CONTATTACI

Blog

Facebook ci spia tramite il nostro microfono?

Vi è mai capitato di parlare di qualcosa con i vostri amici e di trovare varie pubblicità di quel prodotto su Facebook nei giorni successivi? Non siete gli unici!
Migliaia di persone in rete sostengono di aver visto comparire sulla loro homepage annunci di articoli che avevano solo nominato e mai cercato sul proprio computer o smartphone.

Ormai è noto quasi a tutti (e in qualche modo abbiamo imparato ad accettarlo) che Facebook utilizzi la cronologia del nostro browser e le domande fatte ai motori di ricerca per mostrarci “magicamente” pubblicità che soddisfino i nostri bisogni. Ma negli ultimi tempi il social blu è stato oggetto di una vera e propria bufera mediatica perché accusato da molti di ascoltare i nostri discorsi senza un esplicito consenso.

Tutto è nato dallo youtuber Neville che, circa un anno fa, ha fatto un esperimento. Ha ripetuto varie volte a voce alta nei pressi del suo telefono la parola chiave “cibo per gatti” senza averla mai cercata sui social (e soprattutto senza avere un gatto). Due giorni dopo sulla sua homepage di Facebook è comparso all’improvviso uno spot che pubblicizzava proprio il cibo per gatti. La sua opinione è che Mark Zuckerberg (o chi per lui), attraverso il microfono dello smartphone, sia in grado di ‘ascoltare’ le nostre conversazioni private.

Sul web ognuno ha la sua teoria: alcuni sostengono che questo accada perché quasi tutti noi, senza dare troppo peso alla cosa, abbiamo concesso all’applicazione il permesso dell’utilizzo del microfono e l’abbiamo così autorizzata ad ascoltare quello di cui parliamo. Altri tirano fuori la teoria del “fenomeno Baader-Meinhof” secondo la quale, tra tutti i contenuti con cui veniamo quotidianamente bombardati sui social, attirino la nostra attenzione quelli a noi più familiari, di cui abbiamo parlato da poco.  Altri ancora sostengono che l’applicazione colpevole di spiarci sia invece Instagram, comunque di proprietà di Facebook.

Il vicepresidente per la pubblicità di Facebook Rob Goldman, per difendersi da queste accuse, ha dichiarato in un tweet: “Non usiamo – e non abbiamo mai usato – il vostro microfono per le pubblicità. Semplicemente falso”.

 

Non sappiamo dirvi quale sia la verità, ma se davvero vi interessa saperlo vi consigliamo di fare questo esperimento: cancellate tutti di dati riguardanti la cronologia e le ricerche di Google, poi non cercate nulla su internet per un giorno. Dopo di che avviate l’applicazione di Facebook. Se compariranno pubblicità riguardanti cose che avete detto durante questa giornata, vuol dire che Facebook vi sta spiando. Se invece non compare nulla vuol dire che si tratta di una vera e propria bufala.

Se non avete voglia di fare questo esperimento o vi rimangono comunque dei dubbi…disattivate il vostro microfono!

 

 

Fonti:

Facebook ci ascolta attraverso lo smartphone per poi mandarci la pubblicità? 
“Così Facebook ascolta le nostre conversazioni per personalizzare la pubblicità”
Facebook spia le nostre conversazioni col microfono dello smartphone?
“Ecco come Facebook ti ascolta”

 

Articoli correlati

Il linguaggio HTML (Hypertext Markup Language) è uno dei più conosciuti e diffusi: lo si trova infatti praticamente in tutte le pagine web esistenti. È una scelta popolare tra i principianti che si…

Seguici su Facebook

Vuoi entrare nel mondo della programmazione?

Scopri di più sui nostri corsi!

Chiamaci al numero verde

Contattaci su WhatsApp

Contattaci senza impegno per informazioni sul corso

Pagamento rateale

Valore della rata: A PARTIRE DA 115 €/mese.

Esempio di finanziamento 

Importo finanziato: € 2440 in 24 rate da € 115 – TAN fisso 9,55% TAEG 12,57% – importo totale del credito € 2841.

Il costo totale del credito comprende: interessi calcolati al TAN indicato, oneri fiscali (imposta di bollo sul contratto 16,00 euro*) addebitati sulla prima rata, costo mensile di gestione pratica € 3,90, spesa di istruttoria € 0,00, spesa per invio rendicontazione periodica cartacea € 0,98 (o spesa per invio rendicontazione periodica cartacea € 0,00), imposta di bollo su rendicontazione periodica € 0,00. Modalità di rimborso obbligatoria: addebito diretto su c/c. La scadenza delle rate è determinata dal giorno della liquidazione del contratto; la data di scadenza delle rate è prevista il giorno 15 del mese. L’importo di ciascuna rata comprende una quota di capitale crescente e interessi decrescente secondo un piano di ammortamento “alla francese”. Offerta valida dal 01/01/2024 al 31/12/2024.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le informazioni precontrattuali richiedere sul punto vendita il documento “Informazioni europee di base sul credito ai consumatori” (SECCI) e copia del testo contrattuale. Salvo approvazione di Sella Personal Credit S.p.A. Aulab S.r.l. opera quale intermediario del credito NON in esclusiva.

*In fase di richiesta del finanziamento verrà proposta la facoltà di selezionare, in alternativa all’imposta di bollo sul contratto di 16,00 euro, l’imposta sostitutiva, pari allo 0,25% dell’importo finanziato.

Pagamento rateale

Valore della rata: A PARTIRE DA 210 €/mese.

Esempio di finanziamento  

Importo finanziato: € 4500 in 24 rate da € 210,03 – TAN fisso 9,68% TAEG 11,97% – importo totale del credito € 5146,55.

Il costo totale del credito comprende: interessi calcolati al TAN indicato, oneri fiscali (imposta di bollo sul contratto 16,00 euro*) addebitati sulla prima rata, costo mensile di gestione pratica € 3,90, spesa di istruttoria € 0,00, spesa per invio rendicontazione periodica cartacea € 0,98 (o spesa per invio rendicontazione periodica cartacea € 0,00), imposta di bollo su rendicontazione periodica € 0,00. Modalità di rimborso obbligatoria: addebito diretto su c/c. La scadenza delle rate è determinata dal giorno della liquidazione del contratto; la data di scadenza delle rate è prevista il giorno 15 del mese. L’importo di ciascuna rata comprende una quota di capitale crescente e interessi decrescente secondo un piano di ammortamento “alla francese”. Offerta valida dal 01/01/2024 al 31/12/2024.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le informazioni precontrattuali richiedere sul punto vendita il documento “Informazioni europee di base sul credito ai consumatori” (SECCI) e copia del testo contrattuale. Salvo approvazione di Sella Personal Credit S.p.A. Aulab S.r.l. opera quale intermediario del credito NON in esclusiva.

* In fase di richiesta del finanziamento verrà proposta la facoltà di selezionare, in alternativa all’imposta di bollo sul contratto di 16,00 euro, l’imposta sostitutiva, pari allo 0,25% dell’importo finanziato.

Contattaci senza impegno per informazioni sul corso

Scopriamo insieme se i nostri corsi fanno per te. Compila il form e aspetta la chiamata di uno dei nostri consulenti.