CONTATTACI

Lavorare nel mondo della programmazione informatica:

come imparare a programmare e diventare un software developer

Cos'è la programmazione web?

In informatica, la programmazione è l’attività di scrittura delle istruzioni (i codici) da far eseguire ai computer, agli smartphone o a qualunque dispositivo elettronico.

La programmazione è composta da un insieme di regole, parametri, norme, simboli e parole chiave che insieme formano i cosiddetti “linguaggi di programmazione“, che fungono da intermediari tra il programmatore ed il computer. Il linguaggio di programmazione è quindi una vera e propria lingua grazie alla quale è possibile dare istruzioni ad un computer.

Lo sviluppo web è quel ramo della programmazione informatica che si occupa della creazione di siti web, portali e web app. Va dalla realizzazione di semplici pagine statiche allo sviluppo di piattaforme più complesse, come software gestionali ed e-commerce.

Cosa fa un programmatore?

In un mondo sempre più tecnologico e digitalizzato il programmatore informatico assume un ruolo essenziale perché dalle sue mani passa lo sviluppo dei software che ci troviamo a utilizzare quotidianamente sui nostri dispositivi.

Una figura molto richiesta dal mercato, con competenze trasversali, che si forma tramite percorsi di studio non standardizzati e che necessita di un grado di specializzazione elevato e un aggiornamento continuo.

Ascolta le esigenze del cliente

È molto importante per uno sviluppatore saper ascoltare le esigenze del cliente, analizzare le sue richieste e sviluppare una soluzione software per automatizzare il processo che il cliente gli ha descritto.

Crea attraverso i linguaggi di programmazione

Una volta ricevute le informazioni e i requisiti relativi al progetto realizzato dall’analista, lo sviluppo continua con la scrittura delle linee di codice attraverso l’utilizzo di specifici linguaggi di programmazione, in modo che i sistemi operativi possano comprendere e seguire le istruzioni impartite. Ogni linguaggio ha capacità e funzionalità peculiari e viene scelto in base al singolo progetto da realizzare e al suo ambito applicativo.

Scrive codice pulito

Il programmatore informatico si occupa del processo di sviluppo, del controllo e dell’ottimizzazione di un software. Il suo compito principale è quello relativo alla scrittura del codice necessario per impartire gli ordini alle macchine affinché le stesse rispondano alle varie esigenze illustrate dal committente. È buona norma che questo codice venga scritto rispettando convenzioni e standard in modo da essere scalabile tecnicamente e “leggibile” per diversi programmatori.

Crea software funzionanti

Una volta terminato il lavoro legato allo sviluppo, si prosegue con il controllo del funzionamento del software che può portare alla validazione o, in caso di presenza di malfunzionamento o bug, alla fase di debugging e di troubleshooting (che in base a pattern di programmazione può anche essere svolta parallelamente allo sviluppo, onde evitare di dover risolvere tutti gli errori alla fine), che portano alla versione pulita ed efficiente del prodotto finale che verrà consegnato al cliente.

Perché imparare a programmare?

Se si ha una passione spiccata per il mondo dei computer e più in generale per l’informatica, unita alla voglia di apprendere nuove competenze, nuovi linguaggi, ma soprattutto di aggiornarsi per rimanere sempre al passo con le nuove frontiere del mondo tecnologico, iniziare a programmare e diventare programmatore è il modo migliore per mettersi alla prova in un lavoro complesso ma sempre stimolante.

Oggi il coding è diventato come l’inglese 10 anni fa: una prerogativa per trovare lavoro.

Per questo viene insegnato anche negli asili e nelle scuole medie per introdurre subito gli studenti al mondo della tecnologia ed al pensiero computazionale, necessario per individuare i problemi e creare soluzioni attraverso il coding.

In ambito lavorativo, è fondamentale iniziare formarsi velocemente per rimanere al passo con i mestieri del futuro. Il settore dell’informatica è in continua crescita e sono sempre di più le figure professionali ricercate dalle aziende.

Da quale linguaggio di programmazione iniziare per diventare programmatore?

I linguaggi di programmazione hanno il compito di fare da intermediari tra il linguaggio umano e quello dei computer. La loro enorme varietà dipende dalle funzioni specifiche per le quali vengono utilizzati. Ne esistono alcuni che vengono usati regolarmente in parecchi tipi di contesto, altri invece possono essere considerati quasi di nicchia e hanno funzionalità limitate a compiti settoriali.

Impossibile fare una lista onnicomprensiva (si stima che ne esistano più di 2500), ma ci sono alcuni linguaggi – anche se non strettamente da intendersi come linguaggi di programmazione – che sono basilari, e alcuni altri che sicuramente sono più conosciuti e richiesti dal mercato del lavoro

Il linguaggio HTML (Hypertext Markup Language) è uno dei più conosciuti e diffusi: lo si trova infatti praticamente in tutte le pagine web esistenti.

Il linguaggio CSS (Cascading Style Sheet) è un linguaggio usato per definire la formattazione dell’HTML, che permette di dare alle pagine l’aspetto desiderato. È quindi uno degli strumenti indispensabili per i programmatori front-end, insieme all’ HTML.

Uno degli utilizzi più comuni del linguaggio JavaScript (ma non certo l’unico) è nella programmazione frontendcome linguaggio di scripting dal lato utente. In altre parole, si usa in combinazione con HTML e CSS per aggiungere funzionalità più complesse a una pagina web e renderla dinamica.

Il linguaggio PHP (Hypertext Preprocessor) è un linguaggio di scripting back-end open- source tra i più diffusi nel web. È infatti utilizzato nel 79% delle applicazioni web, tra cui Wikipedia, Tumblr e Yahoo, e continua a essere molto richiesto dalle aziende che assumono.

Laravel è un framework scritto in PHP e usato per sviluppare rapidamente applicazioni web complesse. Lo scopo di Laravel è quello di rendere l’esperienza di sviluppo divertente e creativa puntando molto sulla semplicità e sull’efficienza in modo da eliminare tutti i fattori critici che potrebbero rendere la programmazione stressante.

Se parti da zero e vuoi iniziare a programmare imparando le basi dello sviluppo web, ti consigliamo di partire dallo studio del linguaggio html, linguaggio csslinguaggio javascript, linguaggio php e linguaggio sql, fondamentali per creare siti web. L’Hackademy è un corso online full-time 4 giorni alla settimana che si svolge all’interno di un’aula virtuale con lezioni teoriche al mattino ed esercitazioni pratiche al pomeriggio con docenti dedicati e consente in soli 3 mesi di acquisire le competenze necessarie per scrivere codice ed avviare una nuova carriera professionale come sviluppatore web.

Scopri di più sul corso

Compila il form e verrai ricontattato al più presto

Cosa fare per imparare a programmare

1.

Scegli il linguaggio di programmazione più adatto

Il primo passo fondamentale per imparare a programmare è scegliere il linguaggio di programmazione che vuoi imparare. I fattori che ti possono guidare in questa scelta sono, per esempio: popolarità, portata futura e obiettivi.

Scopri quali sono i linguaggi di programmazione consigliati per i principianti e come scegliere i linguaggi di programmazione da imparare!

2.

Installa i software

Per esempio Sublime Text è un editor di testo pensato ad hoc per la programmazione, davvero comodo per chi fa sviluppo di siti web e simili. Infatti, Sublime Text permette di evidenziare i principali tag HTML, comandi CSS, e le sintassi JavaScript, PHP e MySQL (così come praticamente tutti gli altri linguaggi di programmazione).

Inoltre, ha una serie di short-cut pensati specificatamente per i programmatori web e che consentono di accelerare il lavoro del programmatore. Altri editor di testo molto usati sono Visual Studio Code, PHP Storm e Atom.

3.

Il primo "Hello World"

Gli sviluppatori di software conoscono il programma “Hello World” come il primo passo per imparare a programmare. Il programma, che produce alcune varianti di “Hello, World!” sul display di un dispositivo, può essere creato utilizzando la maggior parte dei linguaggi, il che lo rende una delle sintassi più basilari coinvolte nel processo di codifica.

Ad esempio, per scrivere il tuo primo “Hello World” in Javascript, incolla questo codice in un file chiamato example.html e fai doppio click sul file:

Ti si aprirà una pagina vuota, e un popup con scritto “Hello World”.

4.

Impara i concetti di base della programmazione

Variabili e assegnazioni, istruzione condizionali e operatori logici, cicli, funzioni e metodi, input di dati; dopo aver imparato la teoria base dei concetti (ad esempio, puoi trovare una prima introduzione a Javascript e muovere i tuoi primi passi con la nostra guida Javascript in italiano), è importante fare un po’ di esercizi pratici (anche qui, abbiamo degli ottimi esercizi svolti JavaScript).

5.

Ora che avrai imparato i concetti di base, è il momento di muovere i primi passi concreti nel mondo della programmazione seguendo il corso gratuito di Aulab.

Il corso gratuito è rivolto a coloro che vogliono iniziare a sperimentare il mondo dello sviluppo web imparando a creare una pagina web da zero. Il corso è totalmente online e consiste in 5 lezioni di 1 ora in diretta dal lunedì al venerdì e materiali on demand sempre disponibili.

video di un developer che sta tenendo un tutorial
6.

Prefiggiti degli obiettivi

Puoi cominciare da obiettivi semplici: leggi il codice di altre persone. Vai sul tuo sito web preferito e visualizza il codice sorgente, cliccando il tasto destro del mouse e selezionando la voce “ispeziona” dal menù che si aprirà. Imparerai un sacco. Costruisci qualcosa seguendo tutorial e leggendo libri.

Quando stai imparando un linguaggio di programmazione, scegli qualcosa che puoi creare utilizzandolo. Se stai imparando HTML e CSS, che ne dici di un sito web statico per te stesso che incorpora tutto ciò che hai imparato? Scopri come fare nella nostra guida gratuita su come creare un sito web partendo da zero.

7.

Lavora su progetti reali

L’unico modo per imparare a programmare è fare tantissima pratica. Esercitati a creare il sito web della tua squadra di calcio, o il gestionale per trovare i libri nella tua biblioteca personale.

Ti consigliamo di scrivere codice ogni giorno per migliorare quotidianamente le tue capacità di programmazione.

8.

Scambia opinioni con altri developer, cerca community ed eventi

Esistono tante community di sviluppatori online, anche in italiano: per esempio codemotion, grUSP, whiskey and coding, il club degli sviluppatori puglia, oppure web developer italiani.

9.

Dopo aver studiato da autodidatta, arriva sempre il momento di dare una direzione alla propria passione con un metodo di insegnamento strutturato.

Per scoprire qual è il corso di informatica più adatto a te, leggi gratuitamente la nostra guida per trovare il corso di informatica giusto per entrare nel mondo della programmazione!

L’Hackademy di aulab è un coding bootcamp, vale a dire un corso intensivo online di 400 ore già sperimentato con successo da oltre 3000 studenti provenienti da tutta Italia in più di 140 edizioni passate, che consente in soli 3 mesi di acquisire le competenze necessarie per scrivere codice ed avviare una nuova carriera professionale come sviluppatore web.

Se preferisci contattaci subito su WhatsApp

Sbocchi professionali nel mondo della programmazione

Secondo l’Osservatorio delle Competenze Digitali 2023, in Italia la classifica delle 60 professioni ICT più richieste vede al primo posto proprio i developer e nella top15 delle competenze richieste 4 sono costituite da linguaggi di programmazione: la richiesta di sviluppatori web è, ad oggi, altissima. 

Le aziende sono alla continua ricerca di personale in ambito informatico, ma non ci sono abbastanza risorse disponibili.

Le possibilità di inserimento nel mondo del lavoro sono tantissime. Si parte dalle aziende che si occupano della creazione di software operanti in settori molto diversi da quello industriale, a quello dell’e-commerce, passando per quello del mondo videoludico, sino a quelle che operano nel mondo dello sviluppo di app per portable device e siti web. Le competenze degli sviluppatori sono molto ricercate anche dalle startup, soprattutto quelle tecnologiche, sempre alla ricerca di idee innovative per migliorare la vita quotidiana delle persone e i sistemi produttivi.

Molte imprese – in tantissimi settori anche molto diversi tra loro tra cui anche quello pubblico – si servono di team informatici interni all’interno dei quali trovano spazio anche i programmatori.

Ottime anche le opportunità legate al mondo dell’autoimprenditorialità, ma anche in quello del freelancing. Essendo un lavoro che si svolge fondamentalmente davanti a un terminale, può essere esercitato ovunque anche al di fuori del classico ufficio. Questa flessibilità è perfetta per chi desidera offrire le proprie competenze all’interno di un mercato potenzialmente senza confini.

Percorso formativo per diventare programmatore

Lo sviluppo web è un ambito professionale dove non è necessario avere una laurea o un master per trovare lavoro e crescere professionalmente. Le lauree in informatica o in ingegneria mantengono la loro importanza ed utilità, tuttavia le tecnologie nel settore dello sviluppo web si aggiornano così rapidamente che un corso di studio della durata di 3-5 anni potrebbe non essere in grado di rispondere adeguatamente alle attuali esigenze del mercato.

Cosa serve per diventare programmatore?

I percorsi didattici che riescono a creare le giuste competenze per poter ambire a un’occupazione in questo campo sono diversi e non necessariamente implicano studi pregressi in materie informatiche, sebbene questi possano sicuramente facilitare il compito nell’assimilazione di alcuni concetti.

Un diploma

Un diploma di perito informatico, o comunque un diploma di tipo tecnico, rappresentano una buona base dal punto di vista delle competenze informatiche, mentre un diploma di liceo scientifico offrirà delle basi matematiche che, soprattutto per alcuni percorsi di specializzazione, potranno velocizzare l’apprendimento.

Una laurea in informatica

Una laurea in informatica (triennale o magistrale) costruisce delle basi solide in questo tipo di materie andando a toccare aspetti che potranno essere approfonditi in corsi per diventare programmatore informatico ideati appositamente per ciascuna figura professionale.

Corsi online gratuiti

Oggi esistono tantissime risorse online per imparare le basi della programmazione web: tutorial, video lezioni, corsi on demand, guide; ne sono un esempio le nostre guide per aspiranti programmatori. Di sicuro queste risorse possono essere utili per chi non ha mai “smanettato” con questo tipo di tecnologie, per un primo approccio soft a questo mondo così vasto e complesso. Tuttavia, per entrare nel mondo del lavoro, è fondamentale acquisire un metodo di lavoro strutturato ed essere guidati passo dopo passo nel mondo della programmazione.

Il corso Hackademy per diventare programmatore

Il corso Hackademy di aulab è un coding bootcamp intensivo online della durata di 3 mesi, che punta alla formazione dei futuri web developer, offrendo una preparazione puntuale con un approccio pratico e innovativo, utile sia per chi si approccia per la prima volta a questo tipo di materia, ma anche per chi ha già delle basi informatiche o di programmazione. Si impara a programmare scrivendo codice in diretta, collaborando in team con il costante supporto dei docenti ed utilizzando i metodi di lavoro più richiesti dalle aziende. Tutti i materiali sono disponibili on-demand per dare la possibilità agli studenti di recuperare le lezioni perse o approfondire degli argomenti.

Serve una laurea per imparare a programmare?

Lo sviluppo web è un ambito professionale dove non è necessario avere una laurea o un master per trovare lavoro e crescere professionalmente.

Le tecnologie nel settore dello sviluppo web si aggiornano così rapidamente che un corso di studio della durata di 3-5 anni potrebbe non essere in grado di rispondere adeguatamente alle attuali esigenze del mercato.

Le figure professionali più richieste nel mondo della programmazione

Quello della programmazione informatica è un ambito lavorativo decisamente versatile che permette di proseguire il proprio percorso formativo optando per una delle innumerevoli figure che vi gravitano attorno, per le quali non è possibile stilare una lista onnicomprensiva. Ne esistono, però, alcune che attualmente sono particolarmente richieste dal mercato e che hanno ancora grandi potenzialità di crescita, e per questo sono in grado di attirare la curiosità delle persone che decidono di costruire la propria carriera come coder.

Il lato affascinante di questa professione è che si può partire con una preparazione a tutto tondo e scegliere in seguito che strada seguire in base alle proprie inclinazioni e le proprie capacità.
Avere un background variegato e aggiornato sui nuovi linguaggi di programmazione e sulle nuove tecnologie permette di rimanere competitivi e di sfruttare qualsiasi occasione lavorativa possa capitare.

Eccone alcune delle figure professionali più rilevanti.

1. Web Developer

Il web developer è uno dei professionisti della programmazione più richiesti dal mercato in relazione all’importanza di internet e di tutte le sue risorse. Un programmatore web ha il compito di sviluppare i codici che consentono a un sito web o a un’applicazione di funzionare. Schematicamente possiamo dire che questo lavoro è svolto da sviluppatori con compiti e competenze distinte:

  • Front-end developer

    Si occupa della creazione del codice di markup e dello stile CSS che verranno interpretati dal browser, determinando quello che gli utenti vedono quando navigano su un determinato sito web.

  • Back-end developer

    Si occupa di quegli aspetti inerenti al funzionamento del sito lato server che, facendo parte del "dietro le quinte" dello sviluppo software, l'utente non potrà vedere.

  • Programmatore full-stack

    Si occupa della creazione del codice di markup e dello stile CSS che verranno interpretati dal browser determinando quello che gli utenti vedono quando si usa un determinato sito web.

Come diventare Sviluppatore Web

Una laurea in informatica o ingegneria possono aiutare, ma si può ottenere una preparazione di alto livello grazie a corsi specifici, come l’Hackademy di aulab.

Competenza del Web Developer

Conoscenza approfondita dei linguaggi di programmazione più usato in questo ambito, capacità analitiche e di problem solving.

Lo stipendio medio con di un web developer junior in Italia è di circa 27.000 € lordi all’anno(*), ma può essere superiore per coloro che dimostrano di avere le competenze e il metodo di lavoro più richiesti.

*Fonte: www.talent.com

sviluppatore seduto su un server

2. Software Engineer e Developer

Si tratta di due figure di fatto intercambiabili che operano nello stesso contesto e lo stesso tipo di ambiente. Come il nome della categoria può suggerire, entrambe le figure si occupano della progettazione della scrittura e della verifica di codici per nuovi sistemi software, indirizzando il proprio lavoro verso standard massimi di qualità ed efficienza.

Si tratta di un settore in continua evoluzione e questo aspetto comporta la necessità di un aggiornamento continuo delle proprie competenze.

Come diventare Software Engineer e Developer

Laurea in informatica seguita da corsi di specializzazione e master.

Competenze del Software Engineer e Developer

Informatica a tutto tondo, programmazione, matematica.

Stipendio del Software Engineer e Developer

Lo stipendio medio annuo per un Software Engineer supera i 30 mila euro lordi. Guadagna un po’ meno un developer con uno stipendio su base annuale che si attesta attorno ai 27.500 mila euro.

3. Data Scientist/Data analyst

Il data scientist e il data analyst hanno un ruolo importantissimo nelle aziende di marketing e lead generation ed entrambi rappresentano carriere con ampi margini di espansione

Il data scientist si occupa dello sviluppo di algoritmi e modelli che possono essere utilizzati per l’analisi di dati utili a mettere in evidenza il comportamento dei consumatori o di categorie specifiche di persone, ad individuare la giusta direzione per orientare gli investimenti o il target di persone per la sponsorizzazione di un dato prodotto o, eventualmente, a mettere in risalto criticità da risolvere attraverso strategie apposite per soddisfare le esigenze aziendali.

Il data analyst si concentra principalmente sull’analisi dei dati per estrarre insight utili e supportare la presa di decisioni aziendali immediate. Utilizza metodi statistici e strumenti di analisi dei dati per identificare tendenze, correlazioni e pattern nei dati.

Questi professionisti sono spesso associati al mondo dei social network e non solo, anche a causa di eventi come lo scandalo di Cambridge Analytica del 2018, dove milioni di informazioni personali sono state analizzate per fini politici e per influenzare gli elettori.

Come diventare data scientist/ data analyst

Laurea in matematica, informatica o ingegneria, seguita da master e corsi di formazione specifici.

Competenze del data scientist / data analyst

Software engineering, al coding, analisi statistica e visualizzazione dati, analisi di dati, linguaggio SQL

Stipendio del data scientist / data analyst

Nel nostro paese un data scientist junior guadagna in media 31 mila euro lordi all’anno. I professionisti più esperti possono, però, arrivare a guadagnare anche 60 mila euro; un data analyst junior, invece, guadagna in media 23.500 euro lordi annui e può arrivare, da senior, ad uno stipendio di più di 47.500 euro lordi.

Data Analyst seduto davanti a schermate che mostrano grafici e dati

UX sta per esperienza utente ed è collegato all’aumento degli standard qualitativi delle applicazioni attraverso l’uso concreto di regole e convenzioni frutto di studi basati sul customer- segment e sul business model dell’applicativo in questione, con la finalità di migliorare gli aspetti della navigabilità e della fruibilità, ma anche per incrementare la produttività o la rendita nel caso di un servizio o di un ecommerce.

Alcuni degli aspetti che uno UI/UX designer segue sono:

  • il posizionamento degli elementi nella pagina (call to action, link) al fine di spingere l'utente che naviga il sito nella giusta direzione (es. per un ecommerce è importante posizionare in modo efficace i prodotti per invogliare l'utente a cliccarci sopra)

  • la struttura dei form al fine di semplificare l'inserimento dei campi e ridurre il rischio di errore

  • tutto ciò che del sito interagisce con l'utente, ovvero testi, colori, dimensioni caratteri, messaggi di errore etc.

La conoscenza dei linguaggi di programmazione e degli standard web deve essere accompagnata anche da capacità creative e di analisi degli input raccolti tramite sondaggi e questionari sulle interazioni tra utente e prodotto, in modo da migliorare gli aspetti più deboli e meno soddisfacenti.

Come diventare UI/UX Designer

Iniziare con una laurea in design, informatica, psicologia o discipline correlate può fornire una buona base per diventare un UX/UI designer, ma non è strettamente necessario: ci sono numerosissimi corsi online e bootcamp dedicati alla formazione di questa figura professionale.

Competenze dell' UI/UX designer

Content strategy, user research, comunicazione visiva e programmazione.

Stipendio dell' UI/UX designer

Lo stipendio di base per figure di questo tipo è di più di 26 mila euro annui con punte di 67.500 mila euro per i professionisti senior.

ux designer intenta a condurre ricerche ux al pc

5. Cyber Security specialist

Un Cyber Security Specialist è un professionista specializzato nella protezione delle reti informatiche e dei sistemi IT da minacce e attacchi informatici. Le loro responsabilità includono la valutazione dei rischi, la creazione e l’implementazione di politiche di sicurezza, la gestione degli incidenti di sicurezza, il monitoraggio costante delle reti per individuare e rispondere a potenziali minacce, e la formazione del personale sulla sicurezza informatica. Sono esperti nella gestione dei firewall, nell’implementazione di sistemi di rilevamento delle intrusioni, nella crittografia dei dati e nella risposta agli incidenti di sicurezza. 

È importante notare, che nell’ambito della Cyber Security, le figure di riferimento sono diverse: ne abbiamo parlato in questo articolo.

Come diventare Cyber Security Specialist

Corsi di laurea in informatica, ingegneria informatica o sicurezza informatica, corsi di specializzazione, certificazioni di sicurezza informatica

Competenze del Cyber Security Specialist

Conoscenza dei principi di sicurezza informatica e della crittografia, competenze in reti informatiche, capacità di valutazione dei rischi, abilità di monitoraggio e analisi dei log e di gestione degli incidenti, conoscenza di linguaggi di programmazione come, ad esempio, C e C++, linguaggio SQL, linguaggio Python.

Stipendio Cyber Security Specialist

Sempre secondo il portale Talent.com, un Cyber Security Specialist junior guadagna, in italia, uno stipendio annuo lordo pari a 28.800 euro. Una figura senior, invece, può aspirare a raggiungere una retribuzione di 57.500 euro lordi l’anno.

6. DevOps Engineer

La parola DevOps è una abbreviazione che comprende le parole “development and operations” e si riferisce a quelle strategie che puntano ad avvicinare l’operato di sviluppatori e personale IT attraverso la definizione e il controllo del flusso di lavoro.

Questo tipo di approccio – che richiede l’applicazione di una serie di regole e di standard di programmazione necessariamente condivisi tra tutto il team – permette alle aziende di implementare una metodologia efficace per lo sviluppo che parte dalla progettazione al rilascio dell’applicazione e porta con sé una serie di vantaggi tra cui:

Come diventare DevOps Engineer

Corsi di programmazione seguiti da altre esperienze formative più specifiche.

Competenze DevOps Engineer

Strumenti e metodologie in grado di ottimizzare le fasi del ciclo di sviluppo del software, partendo dal coding, passando per la distribuzione sino alla manutenzione e agli update.

Stipendio DevOps Engineer

Lo stipendio medio per un DevOps engineer è di circa 42.500 mila euro lordi all’anno, Si parte dai 32.000 euro percepiti dalle posizioni entry level, sino ad arrivare agli oltre 60.000 euro per i professionisti con più esperienza.

7. Game Developer

Il mondo del gaming è sicuramente uno dei più ambiti dai programmatori, soprattutto perché attraverso i vari stadi dello sviluppo di uno videogioco è possibile esprimere la propria passione e la propria creatività. Si parte dallo sviluppo del concept e della storyline da parte del game designer, per passare alla programmazione vera e propria svolta attraverso gli strumenti tipici del coding con l’obiettivo di convertire le idee alla base del progetto in azione e divertimento.

Nelle grandi software house di videogiochi le parti di progettazione della storia e delle meccaniche di gioco sono solitamente curate da altre figure ben definite:

Come diventare Game Developer

Una laurea informatica può aiutare, ma i corsi di programmazione orientati allo sviluppo di giochi sono in grado di fare la differenza.

Competenze del Game Developer

Conoscenza di linguaggi di programmazione specifici e dei motori grafici più usati.

Stipendio del Game Developer

Secondo alcune stime riferite al mercato americano, lo stipendio medio annuo per un game developer si aggira attorno ai 44 mila dollari, con punte di oltre 120 mila dollari per gli sviluppatori senior con competenze particolari.

Qualunque sia il settore in cui vuoi specializzarti, il primo passo da fare se parti da zero è acquisire le basi dello sviluppo web con il corso Hackademy, strutturato per formare anche chi non ha basi pregresse in ambito informatico. In 3 mesi imparerai a scrivere codice, a lavorare in team con le Metodologie Agili e a costruire in autonomia un portale di annunci.

Sei pronto a iniziare questa nuova avventura?

Per iniziare a programmare partendo da zero e diventare programmatore informatico ti suggeriamo di partire dallo studio di html e css, del linguaggio php e del linguaggio javascript con un metodo di insegnamento strutturato ed il costante supporto dei docenti che offre il corso Hackademy.

Contattaci senza impegno per informazioni sul corso

Pagamento rateale

Valore della rata: A PARTIRE DA 115 €/mese.

Esempio di finanziamento 

Importo finanziato: € 2440 in 24 rate da € 115 – TAN fisso 9,55% TAEG 12,57% – importo totale del credito € 2841.

Il costo totale del credito comprende: interessi calcolati al TAN indicato, oneri fiscali (imposta di bollo sul contratto 16,00 euro*) addebitati sulla prima rata, costo mensile di gestione pratica € 3,90, spesa di istruttoria € 0,00, spesa per invio rendicontazione periodica cartacea € 0,98 (o spesa per invio rendicontazione periodica cartacea € 0,00), imposta di bollo su rendicontazione periodica € 0,00. Modalità di rimborso obbligatoria: addebito diretto su c/c. La scadenza delle rate è determinata dal giorno della liquidazione del contratto; la data di scadenza delle rate è prevista il giorno 15 del mese. L’importo di ciascuna rata comprende una quota di capitale crescente e interessi decrescente secondo un piano di ammortamento “alla francese”. Offerta valida dal 01/01/2024 al 31/12/2024.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le informazioni precontrattuali richiedere sul punto vendita il documento “Informazioni europee di base sul credito ai consumatori” (SECCI) e copia del testo contrattuale. Salvo approvazione di Sella Personal Credit S.p.A. Aulab S.r.l. opera quale intermediario del credito NON in esclusiva.

*In fase di richiesta del finanziamento verrà proposta la facoltà di selezionare, in alternativa all’imposta di bollo sul contratto di 16,00 euro, l’imposta sostitutiva, pari allo 0,25% dell’importo finanziato.

Pagamento rateale

Valore della rata: A PARTIRE DA 210 €/mese.

Esempio di finanziamento  

Importo finanziato: € 4500 in 24 rate da € 210,03 – TAN fisso 9,68% TAEG 11,97% – importo totale del credito € 5146,55.

Il costo totale del credito comprende: interessi calcolati al TAN indicato, oneri fiscali (imposta di bollo sul contratto 16,00 euro*) addebitati sulla prima rata, costo mensile di gestione pratica € 3,90, spesa di istruttoria € 0,00, spesa per invio rendicontazione periodica cartacea € 0,98 (o spesa per invio rendicontazione periodica cartacea € 0,00), imposta di bollo su rendicontazione periodica € 0,00. Modalità di rimborso obbligatoria: addebito diretto su c/c. La scadenza delle rate è determinata dal giorno della liquidazione del contratto; la data di scadenza delle rate è prevista il giorno 15 del mese. L’importo di ciascuna rata comprende una quota di capitale crescente e interessi decrescente secondo un piano di ammortamento “alla francese”. Offerta valida dal 01/01/2024 al 31/12/2024.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le informazioni precontrattuali richiedere sul punto vendita il documento “Informazioni europee di base sul credito ai consumatori” (SECCI) e copia del testo contrattuale. Salvo approvazione di Sella Personal Credit S.p.A. Aulab S.r.l. opera quale intermediario del credito NON in esclusiva.

* In fase di richiesta del finanziamento verrà proposta la facoltà di selezionare, in alternativa all’imposta di bollo sul contratto di 16,00 euro, l’imposta sostitutiva, pari allo 0,25% dell’importo finanziato.

Contattaci senza impegno per informazioni sul corso

Scopriamo insieme se i nostri corsi fanno per te. Compila il form e aspetta la chiamata di uno dei nostri consulenti.