CONTATTACI

Blog

web developer che fa ok con la mano mentre lavora al pc constatando che la sicurezza del sito è ok

5 trends della cybersecurity nel 2024

La Cybersecurity è diventata, ad oggi, una priorità critica per le organizzazioni di ogni settore, poiché l’evoluzione tecnologica continua a creare nuove sfide e opportunità. Nel 2024, ci aspettiamo che emergano e si consolidino diverse tendenze che influenzeranno il panorama della sicurezza informatica.  In questo articolo esploreremo 5 trends relativi alla cyber-security nel 2024 ma, prima di cominciare il nostro excursus, partiamo dalle basi e spolveriamo un attimo la definizione di cyber security.

 

Cyber security: cos’è?

Per cyber-security o sicurezza informatica si intende quel contesto applicativo strettamente correlato all’informatica e ad aspetti legali molto delicati.

Gli obiettivi della cybersecurity includono la protezione della confidenzialità, dell’integrità e della disponibilità dei dati e dei sistemi informatici. Ciò significa assicurarsi che solo le persone autorizzate possano accedere alle risorse digitali, che i dati non vengano alterati o danneggiati e che i sistemi siano disponibili quando necessario.

Per raggiungere questi obiettivi, vengono adottate diverse misure di sicurezza informatica, per preservare l’integrità di dati, informazioni e device fisici delle aziende o dei singoli.

Chiarito ogni dubbio sulla definizione di cyber-security, iniziamo ad esaminare i cinque trends chiave del settore nel 2024 e le implicazioni che hanno per la protezione dei dati e la difesa digitale.

 

1. IA e Machine Learning al centro della difesa Cibernetica

L’intelligenza artificiale (IA) e il machine learning (ML) sono sempre più centrali nelle strategie di difesa cibernetica. Le organizzazioni utilizzano queste tecnologie per analizzare enormi quantità di dati e identificare comportamenti sospetti o anomalie nella rete. Tuttavia, mentre l’IA offre potenti strumenti per la protezione, presenta anche rischi associati, come la manipolazione dei modelli di machine learning da parte degli attaccanti per eludere le difese. Proviamo ad approfondire.

Che cos’è l’intelligenza artificiale?

L’intelligenza artificiale (AI) è una branca dell’informatica che si occupa di creare sistemi o programmi in grado di eseguire compiti che richiedono tipicamente l’intelligenza umana. Questi compiti includono il riconoscimento di pattern, il ragionamento, la pianificazione, l’apprendimento, la percezione e la comprensione del linguaggio naturale. 

 

L’obiettivo principale dell’IA è quello di sviluppare macchine in grado di emulare alcune capacità umane e, in alcuni casi, superarle, in particolare nei compiti ripetitivi, complessi o che richiedono grandi quantità di dati da elaborare. 

 

I rischi dell’intelligenza artificiale

La crescita esponenziale dall’AI porta con sé numerosi vantaggi ma va riconosciuta anche l’apertura a dei rischi in termini di sicurezza informatica.

Per esempio, tecniche avanzate di deepfake possono essere utilizzate per ingannare i sistemi di riconoscimento facciale, mentre algoritmi di machine learning possono sviluppare attacchi di phishing altamente personalizzati e difficili da rilevare. Gli attaccanti possono anche sfruttare l’AI per automatizzare la ricerca di vulnerabilità nei sistemi, rendendo gli attacchi più veloci e potenti.

 

Nonostante questi rischi, l’intelligenza artificiale può essere integrata efficacemente nella cybersecurity per contrastare le minacce ed è fondamentale sviluppare e implementare sistemi di AI che seguano principi etici e di trasparenza. Gli algoritmi dovrebbero essere progettati con meccanismi di audit e accountability per monitorare e correggere comportamenti anomali o potenzialmente dannosi.

 

Integrare l’AI nella cybersecurity è un’opportunità che richiede attenzione e prudenza. Implementando soluzioni mirate e adottando un approccio collaborativo e proattivo, è possibile sfruttare i vantaggi dell’intelligenza artificiale mentre si mitigano i rischi associati.

 

2. La crescente complessità delle minacce cibernetiche

Le minacce cibernetiche stanno diventando sempre più complesse e sofisticate. Gli attaccanti utilizzano tecniche avanzate come il phishing mirato, il ransomware intelligente e gli attacchi basati sull’ingegneria sociale per aggirare le difese tradizionali. Le organizzazioni devono adottare approcci multistrato e innovativi per proteggere i propri asset digitali da queste minacce in continua evoluzione.

 

3. La convergenza della sicurezza fisica e digitale

Nel corso del 2024, l’InternetOfThings (IoT) continua la sua crescita esponenziale, mettendo in comunicazione un numero sempre crescente di dispositivi. Questa espansione, tuttavia, porta con sé una serie di sfide in termini di sicurezza. La diversità e l’ubiquità dei dispositivi IoT li rendono bersagli attraenti per gli attacchi informatici e la loro natura interconnessa può portare a vulnerabilità diffuse. 

 

Un obiettivo chiave nel 2024 sarà quello di migliorare la sicurezza dell’IoT attraverso vari mezzi. Si prevede un progresso significativo nello sviluppo di protocolli di sicurezza più robusti e standardizzati per i dispositivi IoT. Ciò potrebbe includere standard di crittografia universali e certificazioni di sicurezza obbligatorie per i nuovi dispositivi. 

 

Un’altra area di miglioramento potrebbe essere l’integrazione di algoritmi AI e ML nei sistemi IoT. Queste tecnologie possono monitorare modelli insoliti indicativi di una violazione, consentendo una risposta più rapida alle minacce.

 

Inoltre, ci sarà probabilmente una maggiore enfasi sulla formazione degli utenti sulla sicurezza dell’IoT. Man mano che gli utenti diventano più consapevoli dei potenziali rischi e delle best practices, il livello di sicurezza generale delle reti IoT migliorerà.

 

4. La diffusione del lavoro da remoto e le implicazioni sulla cybersecurity

L’espansione dello smart working, una tendenza che ha acquisito uno slancio significativo, continua a caratterizzare il panorama professionale nel 2024. Questo cambiamento richiede una maggiore attenzione in ambito cybersecurity, in particolare nel garantire l’accesso remoto agli ambienti di lavoro. 

 

Le soluzioni Splashtop sono progettate per garantire un accesso sicuro e senza interruzioni alle risorse organizzative, indipendentemente dalla posizione dell’utente. Un aspetto critico dell’offerta di Splashtop è la forte enfasi sulla crittografia e sui metodi di autenticazione avanzati. Con la continua diffusione dello smart working come “minaccia” che può ingigantire le vulnerabilità informatiche, soluzioni come Splashtop nel rafforzare il quadro di cybersecurity per il lavoro a distanza diventano sempre più significative, evidenziando la loro importanza in un’era del lavoro connesso digitalmente.

 

5. L’evoluzione degli attacchi di phishing

Gli attacchi di phishing rappresentano da tempo una minaccia persistente nel mondo della sicurezza informatica e nel 2024 continuano ad evolversi in sofisticatezza ed efficacia. I moderni attacchi di phishing sono diventati abili nell’aggirare le misure di sicurezza tradizionali, utilizzando tattiche più personalizzate e tecnicamente avanzate per ingannare gli utenti. Di fronte a questi attacchi di phishing avanzati, sistemi di autenticazione robusti sono fondamentali per migliorare la sicurezza.

 

Soluzioni come Foxpass svolgono un ruolo fondamentale in questo senso.
Foxpass può rafforzare le difese contro il phishing implementando potenti sistemi di autenticazione a più fattori (MFA). L’MFA richiede agli utenti di fornire due o più fattori di verifica per ottenere l’accesso a una risorsa, rendendo molto più difficile per gli aggressori ottenere un accesso non autorizzato, anche se hanno indotto con l’inganno un utente a rivelare un set di credenziali.

In conclusione, il 2024 porterà con sé una serie di sfide e opportunità nel campo della cybersecurity. Le organizzazioni devono rimanere agili e proattive nell’affrontare le minacce emergenti, adottando approcci innovativi e collaborativi per proteggere i propri asset digitali e mantenere la fiducia dei propri clienti. Se il mondo della cyber-security ti intriga, scopri il nostro corso di Cyber Security – devSecOps expert!

Articoli correlati

Il linguaggio HTML (Hypertext Markup Language) è uno dei più conosciuti e diffusi: lo si trova infatti praticamente in tutte le pagine web esistenti. È una scelta popolare tra i principianti che si…

Seguici su Facebook

Vuoi entrare nel mondo della programmazione?

Scopri di più sui nostri corsi!

Chiamaci al numero verde

Contattaci su WhatsApp

Contattaci senza impegno per informazioni sul corso

Pagamento rateale

Valore della rata: A PARTIRE DA 115 €/mese.

Esempio di finanziamento 

Importo finanziato: € 2440 in 24 rate da € 115 – TAN fisso 9,55% TAEG 12,57% – importo totale del credito € 2841.

Il costo totale del credito comprende: interessi calcolati al TAN indicato, oneri fiscali (imposta di bollo sul contratto 16,00 euro*) addebitati sulla prima rata, costo mensile di gestione pratica € 3,90, spesa di istruttoria € 0,00, spesa per invio rendicontazione periodica cartacea € 0,98 (o spesa per invio rendicontazione periodica cartacea € 0,00), imposta di bollo su rendicontazione periodica € 0,00. Modalità di rimborso obbligatoria: addebito diretto su c/c. La scadenza delle rate è determinata dal giorno della liquidazione del contratto; la data di scadenza delle rate è prevista il giorno 15 del mese. L’importo di ciascuna rata comprende una quota di capitale crescente e interessi decrescente secondo un piano di ammortamento “alla francese”. Offerta valida dal 01/01/2024 al 31/12/2024.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le informazioni precontrattuali richiedere sul punto vendita il documento “Informazioni europee di base sul credito ai consumatori” (SECCI) e copia del testo contrattuale. Salvo approvazione di Sella Personal Credit S.p.A. Aulab S.r.l. opera quale intermediario del credito NON in esclusiva.

*In fase di richiesta del finanziamento verrà proposta la facoltà di selezionare, in alternativa all’imposta di bollo sul contratto di 16,00 euro, l’imposta sostitutiva, pari allo 0,25% dell’importo finanziato.

Pagamento rateale

Valore della rata: A PARTIRE DA 210 €/mese.

Esempio di finanziamento  

Importo finanziato: € 4500 in 24 rate da € 210,03 – TAN fisso 9,68% TAEG 11,97% – importo totale del credito € 5146,55.

Il costo totale del credito comprende: interessi calcolati al TAN indicato, oneri fiscali (imposta di bollo sul contratto 16,00 euro*) addebitati sulla prima rata, costo mensile di gestione pratica € 3,90, spesa di istruttoria € 0,00, spesa per invio rendicontazione periodica cartacea € 0,98 (o spesa per invio rendicontazione periodica cartacea € 0,00), imposta di bollo su rendicontazione periodica € 0,00. Modalità di rimborso obbligatoria: addebito diretto su c/c. La scadenza delle rate è determinata dal giorno della liquidazione del contratto; la data di scadenza delle rate è prevista il giorno 15 del mese. L’importo di ciascuna rata comprende una quota di capitale crescente e interessi decrescente secondo un piano di ammortamento “alla francese”. Offerta valida dal 01/01/2024 al 31/12/2024.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le informazioni precontrattuali richiedere sul punto vendita il documento “Informazioni europee di base sul credito ai consumatori” (SECCI) e copia del testo contrattuale. Salvo approvazione di Sella Personal Credit S.p.A. Aulab S.r.l. opera quale intermediario del credito NON in esclusiva.

* In fase di richiesta del finanziamento verrà proposta la facoltà di selezionare, in alternativa all’imposta di bollo sul contratto di 16,00 euro, l’imposta sostitutiva, pari allo 0,25% dell’importo finanziato.

Contattaci senza impegno per informazioni sul corso

Scopriamo insieme se i nostri corsi fanno per te. Compila il form e aspetta la chiamata di uno dei nostri consulenti.