CONTATTACI

Blog

Come Diventare un Hacker

Il termine “hacker” spesso evoca immagini distorte e negative, alimentate da rappresentazioni cinematografiche e mediatiche: l’immagine che viene immediatamente in mente, infatti, è quella di un personaggio losco capace di infiltrarsi nei nostri computer per danneggiarli o carpirne i dati più segreti.  In realtà, questa figura è molto più complessa di quanto comunemente si creda ed ha, anzi, delle implicazioni morali ed etiche.

Chi sono gli hacker?

Wikipedia definisce un hacker come “un esperto di sistemi informatici o di sicurezza informatica in grado di introdursi in reti protette e di acquisire un’approfondita conoscenza del sistema sul quale interviene, per poi essere in grado di accedervi o adattarlo alle proprie esigenze.” Ma cosa significa davvero essere un hacker? E come ci si avvia a questo percorso, senza cadere nella rete delle attività illegali o dannose? Innanzitutto occorre fare una doverosa distinzione: c’è una grande differenza tra hacker e cracker. Quale? Scopriamolo!

Differenza tra hacker e cracker

Gli hacker, o “white hat hackers” (hacker buoni), si concentrano sull’uso delle proprie competenze per migliorare la sicurezza informatica, identificando e risolvendo vulnerabilità nei sistemi al fine di proteggerli da intrusioni malevole. Gli hacker etici lavorano spesso come consulenti di sicurezza, ricercatori o professionisti IT per proteggere i dati e prevenire violazioni.

I “cracker”, o “black hat hackers” (hacker cattivi), utilizzano le proprie abilità informatiche per fini illeciti o dannosi. Questo tipo di attività è spesso associato a comportamenti illegali, come l’hacking di sistemi, il furto di identità, la distribuzione di virus informatici o il phishing.

Ti abbiamo già parlato, in altre sedi, dell’hacking etico e del suo ruolo nella sicurezza informatica, ma oggi vogliamo offrirti una guida esaustiva su come intraprendere questo viaggio in modo etico e responsabile.

AVVERTENZE

Il cracking è un’attività illegale che può portare a sanzioni pesanti. Si tratta di un grave reato ed è punibile a norma di legge.

 

Come diventare hacker: la guida all’hacking per principianti

Quali sono gli step da seguire per diventare un hacker? Scopriamolo insieme in questa guida all’hacking per principianti! Idealmente, dovrai:

  • imparare le fondamenta tecnologiche
  • imparare fondamenta di sicurezza informatica
  • imparare a pensare come un hacker
  • guadagnarti il rispetto della rete

 

Cominciamo ad esplorare questi step.

 

Impara le fondamenta tecnologiche

L’hacking è un’attività che richiede una solida comprensione dei fondamenti tecnologici su cui si basa il mondo digitale. Vediamo insieme quali sono le aree chiave di conoscenza necessarie per diventare un hacker.

 

Conoscenza dei sistemi operativi: usa un ambiente di lavoro UNIX

Negli anfratti del mondo digitale, i sistemi operativi fungono da pilastri su cui si poggiano le fondamenta dell’hacking. Questi sistemi, che comprendono una vasta gamma di piattaforme come Windows, Linux e macOS, sono il terreno fertile su cui gli aspiranti hacker iniziano il loro viaggio nell’universo dell’informatica. Certo, nel contesto dell’hacking, alcuni sistemi operativi sono particolarmente rinomati per le loro caratteristiche e strumenti dedicati alla sicurezza e alla penetrazione.

UNIX è il sistema operativo di internet, vale a dire che non puoi diventare un hacker senza conoscerlo. Un sistema operativo Unix, come ad esempio Linux, può funzionare sulla stessa macchina Microsoft Windows.
Quindi prima di tutto scarica Linux online o trova un gruppo locale di utenti Linux perché ti aiutino con l’installazione.

  • Un buon modo per avvicinarsi all’open source senza effettuare cambiamenti drastici è il live CD, una distribuzione che gestisce il sistema operativo interamente da un CD senza dover modificare il disco rigido senza alcuna installazione;
  • Provare a imparare a fare hacking sotto Dos, Windows o un qualsiasi sistema operativo closed-source (proprietario) è davvero complicato;
  • Puoi usare Linux in Mac OS X, ma solo una parte del sistema è open source e bisogna stare attenti a non dipendere dal codice proprietario di Apple.

 

NB. ovviamente, dovrai imparare a utilizzare la command line!
Per diventare un hacker è fondamentale avere dimestichezza della command line perché, nel mezzo di un attacco remoto, è difficile procedere tramite l’interfaccia grafica. Bisogna utilizzare necessariamente la riga di comando.

Se ti serve qualche dritta per imparare ad utilizzare la command line, ti consigliamo di guardare questo video

 

Conoscenza di programmazione: impara le basi del linguaggio HTML

 

La programmazione informatica è l’arte di scrivere istruzioni per il computer in modo che possa eseguire determinate operazioni. Padroneggiare i concetti fondamentali della programmazione è essenziale per diventare un hacker e muoversi agilmente nel mondo digitale. Ovviamente, se non hai mai programmato in vita tua, è fondamentale partire dal principio: è, quindi, essenziale che impari innanzitutto le basi dell’HTML.

Dietro i siti internet che tutti utilizziamo c’è un codice che permette loro di funzionare. Vuoi fare un esercizio? Impara come costruire una semplice homepage e parti da lì.

  • Accedi al codice sorgente della pagina web direttamente dal tuo browser per esaminare un esempio di codice HTML. Come? Se utilizzi Firefox ti basta andare su Strumenti > Sviluppo web > Analisi pagina; nel caso di Chrome è sufficiente cliccare con il tasto destro ovunque nella pagina e selezionare Visualizza sorgente pagina.
  • Puoi scrivere codice HTML in un qualsiasi editor di testo come Blocco note o SimpleText, salvare i file come “solo testo” e poi aprirli con qualunque browser per osservare il risultato del tuo lavoro.
  • Impara cos’è un tag, come si formatta e come si utilizza. Per esempio le parentesi uncinate sono utilizzato per aprire un tag ( ) così come per chiuderlo ( /> ). Lo scopo di un tag è segnalare parti di testo caratterizzate da un tratto distintivo; corsivo, formattazione divverente, colore, dimensioni, etc.

 

Per facilitarti in questo step abbiamo preparato per te una pratica guida all’html in italiano da consultare ogni volta che ne avrai la necessità; se, invece, preferisci l’approccio video, puoi sempre iscriverti al nostro corso gratuito che ti permetterà di addentrarti nel mondo dell’html e css con il supporto dei nostri docenti.

 

Conoscenza di programmazione: impara un linguaggio di programmazione

Prima di infrangere le regole, devi impararle. Ecco alcuni linguaggi di programmazione che dovresti conoscere prima di dedicarti all’hacking:

  • PYTHON è ottimo per iniziare, perché è pulito, ben progettato e ben documentato ma anche molto potente e flessibile; non è un caso che Python sia diventato uno dei linguaggi più popolari nel mondo dell’hacking, proprio grazie alla sua sintassi semplice e alla vasta gamma di librerie specializzate. Vuoi muovere i primi passi con Python? Consulta la nostra guida Python in italiano!
  • JAVA è sempre un’ottima alternativa, ma il suo valore come primo linguaggio di programmazione da imparare è stato spesso messo in discussione;
  • Se vuoi andare oltre con il codice dovrai imparare anche il C, il linguaggio di base di Unix, e il C++;
  • Per iniziare utilizza una buona piattaforma come Backtrack 5 R3, Kali o Ubuntu.

 

Impara le fondamenta di sicurezza informatica

Chi aspira a diventare un hacker dovrebbe sviluppare anche una solida comprensione di diverse nozioni di sicurezza informatica, che sono fondamentali per capire come funzionano i sistemi informatici e per identificare le vulnerabilità che possono essere sfruttate. Scopriamo alcune nozioni di base della sicurezza informatica che ogni aspirante hacker dovrebbe imparare:

  • Principi di networking: comprendere i fondamenti delle reti informatiche, compresi i protocolli di rete, le architetture di rete, le subnet e le vulnerabilità comuni delle reti.
  • Crittografia: capire i concetti di crittografia, inclusi algoritmi di crittografia simmetrica e asimmetrica, hashing crittografico e l’uso di certificati digitali per l’autenticazione e l’integrità dei dati.
  • Vulnerabilità di applicazioni web: conoscere le vulnerabilità comuni delle applicazioni web, come SQL injection, XSS (Cross-Site Scripting), CSRF (Cross-Site Request Forgery) e imparare come identificarle e sfruttarle.
  • Leggi e Normative: conoscere le leggi e le normative relative alla sicurezza informatica nel proprio paese o regione, comprese le leggi sulla privacy dei dati e le conseguenze legali degli attacchi informatici.
  • Strumenti e tecniche di Hacking: essere familiari con una vasta gamma di strumenti e tecniche utilizzate dagli hacker, inclusi scanner di vulnerabilità, strumenti di penetration testing, script di exploit e tecniche di ingegneria sociale.

Se aspiri a diventare un hacker, imparare queste nozioni di base della sicurezza informatica è davvero una solida base da cui non puoi prescindere per comprendere meglio i sistemi informatici.
Se vuoi approfondire le tematiche appena elencate, ti suggeriamo di dare uno sguardo al nostro nuovo corso di Cyber Security!

 

Impara come pensare come un Hacker

La conoscenza tecnica non è tutto ciò che occorre per diventare un hacker: infatti, ora che hai acquisito le competenze di base, devi iniziare a pensare come un hacker.
Il termine “hacking” originariamente si riferiva a un approccio creativo e ingegnoso alla risoluzione di problemi, spesso nell’ambito della tecnologia e dell’informatica. Un hacker, in senso originale, è qualcuno che esplora e sperimenta con sistemi informatici per comprendere come funzionano e per trovare soluzioni innovative. Quindi, cosa puoi fare per allenarti a pensare come un hacker? Scopriamolo insieme!

  • Pensa creativamente: artisti, filosofi, ingegneri che credono nella libertà e non vedono l’ora di risolvere problemi: gli hacker sono persone molto intelligenti che non vedono l’ora di mettersi alla prova cercando soluzioni creative:
    •  Gli hacker hanno molti interessi culturali e per loro i confini tra “gioco”, “lavoro”, “scienza” e “arte” sono molto labili;
    •  Vuoi incontrare pirati informatici? Leggi libri di fantascienza e vai agli incontri degli appassionati;
    • Impara le arti marziali per imparare la disciplina mentale, la consapevolezza rilassata e il controllo.
  • Risolvi problemi e condividi le soluzioni: quando riesci effettivamente a risolvere i problemi con le soluzioni creative che hai trovato, condividi le informazioni che hai imparato per aiutare tutti gli altri.
    La condivisione è uno dei valori più importanti del mondo degli hacker!
    Questo non significa che tu debba regalare tutto il tuo prodotto creativo. Vendere abbastanza per mantenersi vitto, alloggio e computer è più che giusto.
    Leggi i documenti più vecchi, come il “Jargon File” o “Hacker Manifesto” di The Mentor, sempre attuali in termini di atteggiamento e spirito.
  • Combatti l’autorità e la noia: autorità e noia sono i peggiori nemici di un vero hacker! Quindi NO al lavoro monotono e al normale concetto di proprietà. Scegli, invece, di lottare per l’uguaglianza e la condivisione della conoscenza.
  • Sii competente: nascondersi dietro un nickname e spacciarsi per hacker è troppo facile al giorno d’oggi. Ma c’è molta gente su internet che riesce facilmente a valutare la competenza al di sopra dell’ego! Investi il tuo tempo lavorando sulle tue skill e non sulla tua immagine; guadagnerai molto più rispetto!
  • Diventa organizzato e metodico: darsi un metodo è fondamentale per diventare un buon hacker. Ogni volta che studierai una rete stendi una mappa, fai un elenco dei dispositivi e dei servizi che quella rete contiene. Essere organizzato ti aiuta nel processo di analisi e valutazione dei sistemi informatici nel campo della sicurezza, ma non solo, ti aiuta anche a intervenire velocemente e in maniera efficace in caso di problemi.

 

Come guadagnarsi il rispetto della rete

A questo punto hai acquisito le competenze tecniche e la forma mentis adatta all’hacking. Tuttavia, per diventare un hacker dovrai affrontare ulteriori step: fondamentale, adesso, sarà guadagnare stima e credibilità all’interno della collettività. Come fare?
Prova a seguire questi pratici consigli

  • Scrivi software open-source
    Il modo migliore per guadagnarsi stima è rispetto è essere utili alla collettività: scrivi programmi funzionali e offri i codici sorgente all’intera comunità.
  • Aiuta a testare e a fare il debug del software libero
    Un beta tester è quella persona che riesce a descrivere chiaramente i sintomi, localizzare bene i problemi, che tollera i bug in una release fatta di fretta. Cerca di trovare un programma in via di sviluppo che t’interessa e diventa un buon beta-tester. Puoi aiutare a testare i programmi, a fare il debug o ad effettuare modifiche. Così potrai imparare tantissimo e conoscere altri hacker che in futuro potrebbero aiutarti.
  • Pubblica informazioni utili
    Colleziona e filtra le informazioni utili o interessanti in pagine web o documenti come le FAQ (ovvero Frequently Asked Questions – Domade Frequenti) e rendile reperibili a tutti.
  • Aiuta a mantenere operativa l’infrastruttura
    Lo sviluppo della rete viene gestito principalmente da volontari. I lavori necessari sono molti: amministrare le mailing list, moderare i newsgroup, curare i siti con ampi archivi di software, sviluppare gli RFC e altri standard tecnici. Chi svolge queste mansioni di solito è molto rispettato, poiché dona il suo tempo e le sue competenze alla comunità.
  • Aderisci alla cultura hacker
    Quando ti sarai fatto conoscere abbastanza bene nel mondo degli hacker potrai costruirti una posizione. Gli hacker non si fidano di chi cerca di mettersi in mostra a tutti i costi, quindi impegnati quotidianamente per raggiungere una posizione guadagnando il rispetto di tutti.

 

Speriamo che questa panoramica sugli step da compiere per diventare un hacker ti abbia incuriosito. Pronto a cominciare? Parti dalle basi e impara la programmazione web in soli 3 mesi: iscriviti al corso Hackademy!

Articoli correlati

Il linguaggio HTML (Hypertext Markup Language) è uno dei più conosciuti e diffusi: lo si trova infatti praticamente in tutte le pagine web esistenti. È una scelta popolare tra i principianti che si…

Seguici su Facebook

Vuoi entrare nel mondo della programmazione?

Scopri di più sui nostri corsi!

Chiamaci al numero verde

Contattaci su WhatsApp

Contattaci senza impegno per informazioni sul corso

Pagamento rateale

Valore della rata: A PARTIRE DA 115 €/mese.

Esempio di finanziamento 

Importo finanziato: € 2440 in 24 rate da € 115 – TAN fisso 9,55% TAEG 12,57% – importo totale del credito € 2841.

Il costo totale del credito comprende: interessi calcolati al TAN indicato, oneri fiscali (imposta di bollo sul contratto 16,00 euro*) addebitati sulla prima rata, costo mensile di gestione pratica € 3,90, spesa di istruttoria € 0,00, spesa per invio rendicontazione periodica cartacea € 0,98 (o spesa per invio rendicontazione periodica cartacea € 0,00), imposta di bollo su rendicontazione periodica € 0,00. Modalità di rimborso obbligatoria: addebito diretto su c/c. La scadenza delle rate è determinata dal giorno della liquidazione del contratto; la data di scadenza delle rate è prevista il giorno 15 del mese. L’importo di ciascuna rata comprende una quota di capitale crescente e interessi decrescente secondo un piano di ammortamento “alla francese”. Offerta valida dal 01/01/2024 al 31/12/2024.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le informazioni precontrattuali richiedere sul punto vendita il documento “Informazioni europee di base sul credito ai consumatori” (SECCI) e copia del testo contrattuale. Salvo approvazione di Sella Personal Credit S.p.A. Aulab S.r.l. opera quale intermediario del credito NON in esclusiva.

*In fase di richiesta del finanziamento verrà proposta la facoltà di selezionare, in alternativa all’imposta di bollo sul contratto di 16,00 euro, l’imposta sostitutiva, pari allo 0,25% dell’importo finanziato.

Pagamento rateale

Valore della rata: A PARTIRE DA 210 €/mese.

Esempio di finanziamento  

Importo finanziato: € 4500 in 24 rate da € 210,03 – TAN fisso 9,68% TAEG 11,97% – importo totale del credito € 5146,55.

Il costo totale del credito comprende: interessi calcolati al TAN indicato, oneri fiscali (imposta di bollo sul contratto 16,00 euro*) addebitati sulla prima rata, costo mensile di gestione pratica € 3,90, spesa di istruttoria € 0,00, spesa per invio rendicontazione periodica cartacea € 0,98 (o spesa per invio rendicontazione periodica cartacea € 0,00), imposta di bollo su rendicontazione periodica € 0,00. Modalità di rimborso obbligatoria: addebito diretto su c/c. La scadenza delle rate è determinata dal giorno della liquidazione del contratto; la data di scadenza delle rate è prevista il giorno 15 del mese. L’importo di ciascuna rata comprende una quota di capitale crescente e interessi decrescente secondo un piano di ammortamento “alla francese”. Offerta valida dal 01/01/2024 al 31/12/2024.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le informazioni precontrattuali richiedere sul punto vendita il documento “Informazioni europee di base sul credito ai consumatori” (SECCI) e copia del testo contrattuale. Salvo approvazione di Sella Personal Credit S.p.A. Aulab S.r.l. opera quale intermediario del credito NON in esclusiva.

* In fase di richiesta del finanziamento verrà proposta la facoltà di selezionare, in alternativa all’imposta di bollo sul contratto di 16,00 euro, l’imposta sostitutiva, pari allo 0,25% dell’importo finanziato.

Contattaci senza impegno per informazioni sul corso

Scopriamo insieme se i nostri corsi fanno per te. Compila il form e aspetta la chiamata di uno dei nostri consulenti.