CONTATTACI

Blog

10 utilissimi comandi SQL

Per un developer, interagire e lavorare con dati, tabelle e database relazionali in genere, è all’ordine del giorno. Per questo, uno dei linguaggi più utilizzati al mondo è SQL, acronimo di Structured Query Language, il quale ci permette di comunicare con quasi tutti i sistemi di database più comuni (MySQL, PostgreSQL, Oracle).

Cos’è SQL
Il linguaggio SQL è, ed è stato, semplicemente, il linguaggio di query per i database utilizzato negli ultimi 50 anni perché è espressivo e facile da usare e ricordare.

Le strutture dati, però, possono progressivamente incrementare di complessità, in quanto la query meno è complessa e più è facile da gestire e accedervi. Se la complessità cresce, di conseguenza, diventerà sempre più complesso accedere alle varie tabelle relazionali e usare istruzioni SQL più elaborate per gestire i dati.

Per entrare in totale confidenza con questo linguaggio è importante sapere quali sono i 10 migliori e più utili comandi SQL per interagire con i database e le sue righe e colonne ricche di dati.
 

  1. SQL SELECT

Partiamo dal comando più comune e semplice di tutti: il SELECT è il pane quotidiano per accedere ai dati di un database relazionale. La maggior parte dei comandi nel linguaggio SQL iniziano con questo statement. Può essere utilizzato per selezionare righe da una tabella o semplicemente valutare diverse espressioni. Ecco alcuni esempi:

SELECT * from player; 

Seleziona tutti i campi dalla tabella player.

SELECT SUM(amount) from payment;

Calcola la somma di tutte le vendite sommando i prezzi dalla tabella payment.

 

  1. SQL WHERE

Per filtrare l’utilizzo del SELECT prima citato, bisogna fissare delle condizioni. Per farlo si utilizza il comando WHERE, il quale ci permette di effettuare un’elaborazione più accurata sui dati a cui accediamo

SELECT * from player WHERE LOWER(last_name)= ‘rossi’;

Seleziona tutti i giocatori dove il loro cognome è ’rossi’.

 

  1. SQL BETWEEN

Per selezionare valori specifici all’interno di un range è preferibile utilizzare il comando sql BETWEEN. Per farlo, dobbiamo realizzare uno statement un po’ più elaborato. Fissare uno starting point ed un end point tramite l’ausilio del comando WHERE.

SELECT * from car WHERE DATE(register_date) BETWEEN ‘2021-07-01’ AND ‘2022-07-01’;

Seleziona tutte le auto che vengono immatricolate tra il 2021-07-01 e il 2022-07-01. In questo esempio specifico abbiamo introdotto l’operatore “AND che ci permette di filtrare in maniera più profonda i dati a cui vogliamo accedere e/o modificare.

 

  1. SQL MIN/MAX

Quando abbiamo bisogno di trovare il massimo o il minimo valore in una colonna la funzione MIN/MAX è di fondamentale utilizzo. Per esempio:

SELECT MAX(discount_percentage), MIN(discount_percentage) from products;

In questo esempio, vengono selezionati la minima e la massima percentuale di sconto dalla tabella products.

 

  1. SQL LIMIT/OFFSET

Questo comando entra in gioco nel momento in cui si vuole restringere il numero di dati a cui accedere. LIMIT specifica il numero di record da restituire, utile all’interno di tabelle molto grandi. OFFSET invece specifica il dato da cui iniziare a restituire i dati filtrati. Vediamo un esempio per comprenderne l’utilizzo:

SELECT * from artists LIMIT 5 OFFSET 2;

In questo modo dalla tabella artists selezioniamo 5 di loro senza però contare i primi due in ordine d’inserimento all’interno della tabella. Questo comando ritornerà 5 artisti escludendo però i primi due nella tabella.
 

  1. SQL ORDER BY

Di default, i risultati di una query vengono mostrati nell’ordine in cui sono registrati all’interno del database. Per cambiare questo ordine possiamo utilizzare il comando ORDER BY

 SELECT * from tracks ORDER BY album_id;

Nell’esempio vengono mostrate tutte le tracks ordinate per id dell’album. Con l’ORDER BY è possibile anche creare liste con più attributi, ad esempio ordinare tracks non solo per album id, ma anche per compositore. Di default, i risultati vengono ordinati in ordine ascendente.

SELECT * from tracks ORDER BY name DESC;

Con questa notazione specifichiamo che vogliamo ordinare gli elementi di tracks in modo discendente.

  1. SQL GROUP BY

Sulla scia del comando visto nel punto precedente, introduciamo anche il GROUP BY. Indica al database come raggruppare un set di risultati, quindi possiamo scrivere più semplicemente delle query un po’ più elaborate, ad esempio:

SELECT COUNT (*) FROM tracks WHERE genre_id = 1;
SELECT COUNT (*) FROM tracks WHERE genre_id = 2;
SELECT COUNT (*) FROM tracks WHERE genre_id = 3;.

Fortunatamente la clausola GROUP BY viene in nostro soccorso, semplificando gli statement in una singola query, ovvero:

SELECT genre_id, COUNT (*) from tracks GROUP BY genre_id;
  1. SQL DROP

Un comando utile, quanto versatile, quello del DROP. Applicabile anche all’intero database in cui si sta operando, permette di cancellare qualsiasi cosa all’interno di esso, che si tratti di un database, una tabella o un singolo dato.

DROP tracks; 

 

  1. SQL INNER JOIN

Se SELECT è il pane quotidiano dei comandi SQL, allora il comando JOIN è per le tabelle il sale in tavola. JOIN è un comando estremamente potente per combinare le relazioni tra tabelle e creare set di dati comuni.

SELECT first_name, last_name, title, description from film_actor fa INNER JOIN actor ON (fa.actor_id = actor.actor_id) INNER JOIN film ON (fa.film_id = film.film_id);

Spiegata meglio, questa query fa riferimento al film che ha una relazione many-to-many con gli attributi attore e quindi usiamo la tabella film_actor come punto di unione per i due set. Facendo un JOIN tra film_actor e actor e poi tra film_actor e film. In questo modo il SELECT ci permette di accedere a tutte le colonne delle due tabelle.

 

  1. SQL ALIAS

Si tratta di un comando non molto conosciuto, ma veramente utile. ALIAS è utilizzato per rinominare temporaneamente una tabella. Dare una sorta di soprannome che esiste solo all’interno della singola query che si sta eseguendo.

SELECT A.age FROM people AS A;

Puoi usare qualsiasi nome valido come alias, ma è sempre meglio utilizzare lettere dell’alfabeto. Prima di ogni nome di una colonna, viene messo il prefisso dell’alias. Utile in situazioni di database molto complessi e con nomi difficili da ricordare o, ancora meglio, quando ci si trova di fronte a lunghe query.

I comandi in SQL sono davvero tanti e spesso e volentieri tutti si rivelano utili nelle interrogazioni che svolgiamo per accedere ai dati. Quali di questi comandi conoscevi già?

Articoli correlati

Il linguaggio HTML (Hypertext Markup Language) è uno dei più conosciuti e diffusi: lo si trova infatti praticamente in tutte le pagine web esistenti. È una scelta popolare tra i principianti che si…

Seguici su Facebook

Vuoi entrare nel mondo della programmazione?

Scopri di più sui nostri corsi!

Chiamaci al numero verde

Contattaci su WhatsApp

Contattaci senza impegno per informazioni sul corso

Pagamento rateale

Valore della rata: A PARTIRE DA 115 €/mese.

Esempio di finanziamento 

Importo finanziato: € 2440 in 24 rate da € 115 – TAN fisso 9,55% TAEG 12,57% – importo totale del credito € 2841.

Il costo totale del credito comprende: interessi calcolati al TAN indicato, oneri fiscali (imposta di bollo sul contratto 16,00 euro*) addebitati sulla prima rata, costo mensile di gestione pratica € 3,90, spesa di istruttoria € 0,00, spesa per invio rendicontazione periodica cartacea € 0,98 (o spesa per invio rendicontazione periodica cartacea € 0,00), imposta di bollo su rendicontazione periodica € 0,00. Modalità di rimborso obbligatoria: addebito diretto su c/c. La scadenza delle rate è determinata dal giorno della liquidazione del contratto; la data di scadenza delle rate è prevista il giorno 15 del mese. L’importo di ciascuna rata comprende una quota di capitale crescente e interessi decrescente secondo un piano di ammortamento “alla francese”. Offerta valida dal 01/01/2024 al 31/12/2024.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le informazioni precontrattuali richiedere sul punto vendita il documento “Informazioni europee di base sul credito ai consumatori” (SECCI) e copia del testo contrattuale. Salvo approvazione di Sella Personal Credit S.p.A. Aulab S.r.l. opera quale intermediario del credito NON in esclusiva.

*In fase di richiesta del finanziamento verrà proposta la facoltà di selezionare, in alternativa all’imposta di bollo sul contratto di 16,00 euro, l’imposta sostitutiva, pari allo 0,25% dell’importo finanziato.

Pagamento rateale

Valore della rata: A PARTIRE DA 210 €/mese.

Esempio di finanziamento  

Importo finanziato: € 4500 in 24 rate da € 210,03 – TAN fisso 9,68% TAEG 11,97% – importo totale del credito € 5146,55.

Il costo totale del credito comprende: interessi calcolati al TAN indicato, oneri fiscali (imposta di bollo sul contratto 16,00 euro*) addebitati sulla prima rata, costo mensile di gestione pratica € 3,90, spesa di istruttoria € 0,00, spesa per invio rendicontazione periodica cartacea € 0,98 (o spesa per invio rendicontazione periodica cartacea € 0,00), imposta di bollo su rendicontazione periodica € 0,00. Modalità di rimborso obbligatoria: addebito diretto su c/c. La scadenza delle rate è determinata dal giorno della liquidazione del contratto; la data di scadenza delle rate è prevista il giorno 15 del mese. L’importo di ciascuna rata comprende una quota di capitale crescente e interessi decrescente secondo un piano di ammortamento “alla francese”. Offerta valida dal 01/01/2024 al 31/12/2024.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le informazioni precontrattuali richiedere sul punto vendita il documento “Informazioni europee di base sul credito ai consumatori” (SECCI) e copia del testo contrattuale. Salvo approvazione di Sella Personal Credit S.p.A. Aulab S.r.l. opera quale intermediario del credito NON in esclusiva.

* In fase di richiesta del finanziamento verrà proposta la facoltà di selezionare, in alternativa all’imposta di bollo sul contratto di 16,00 euro, l’imposta sostitutiva, pari allo 0,25% dell’importo finanziato.

Contattaci senza impegno per informazioni sul corso

Scopriamo insieme se i nostri corsi fanno per te. Compila il form e aspetta la chiamata di uno dei nostri consulenti.