CONTATTACI

Guide per aspiranti programmatori

Guida Git in italiano

Nella lista dei must-have degli strumenti utili ad ogni sviluppatore web, ad oggi, non può mancare Git.
Git è, infatti, un tool indispensabile per ogni developer perchè consente di rendere il flusso di lavoro maggiormente organizzato e facilita la cooperazione dei web developers nella realizzazione dei progetti. Ma come funziona Git?
Scopriamolo insieme!

1 Che cos’è Git?

Git è un sistema di controllo delle versioni (version control system o VCS, talvolta indicato anche source control management system o SCM) free e open-source, creato da Linus Torvalds (il &ldq…

2 Nascita di Git

Ma com'è nato Git? La “nascita” di Git è legata, come talvolta succede nel mondo open-source, alla necessità di avere una alternativa free a un tool proprietario. …

3 Principali caratteristiche di Git

La storia della nascita di Git ci permette di capire quelle che sono le caratteristiche principali di questo tool. In quanto version control system, lo scopo di Git è quello di permettere la…

4 Riga di comando e UI in Git

Git nasce come tool da usare dalla riga di comando (o terminale), affiancando, quindi, altri strumenti necessari nella quotidianità di uno sviluppatore web come editor, IDE, compilatori e via d…

5 Come Installare Git

Prima di scendere nel dettaglio di ognuno dei vari comandi offerti da Git, proviamo a usare un set minimo di comandi utili nella vita di tutti i giorni. Come Installare Git È possibile ch…

6 5 comandi Git per sviluppatori singoli

Come accennato, Git è un ottimo alleato sia per il lavoro del developer singolo che per la cooperazione di team di web developers. Vediamo adesso i 5 comandi principali che utilizzerà l…

7 5 comandi Git per sviluppare collaborando

Come già anticipato, uno dei punti di forza di Git è il supporto allo sviluppo distribuito di progetti. Sebbene Git offra diverse possibilità per gestire lo sviluppo collaborativo…

8 Repository in Git

Nel precedente capitolo abbiamo illustrato i comandi base di Git per lavorare su un repository, che sia stato creato da zero sul proprio computer o che sia stato recuperato da uno già esistente…

9 Commit in Git

Un commit in Git rappresenta uno snapshot (istantanea) del repository in uno specifico momento nel tempo. Sebbene questa definizione possa sembrare banale, vale la pena sottolineare che: a diffe…

10 Working Copy in Git

Il concetto di Working Copy in Git (detta anche working directory o working tree) è strettamente legato al fatto che un repository Git gestisce la sequenza di snapshot (commit) di determinati f…

11 Staging Area in Git

La staging area in Git è il luogo “virtuale” a cui aggiungere le modifiche presenti nella working copy che si intende salvare come commit. Anche per la staging area in Git vale l…

12 Branch in Git

Abbiamo detto, poco sopra, che Git confronta i file presenti nella working copy rispetto al commit da cui sono stati estratti per capire in che stato si trovano. Più frequentemente, però…

13 Remote in Git

Ultimo concetto base da chiarire è quello del o dei Remote in Git, inteso nell'accezione di repository remoto a cui in qualche modo il mio repository locale è collegato. Abbiamo v…

14 Inizializzare un nuovo repository con git init

In questa sezione approfondiremo come impostare un repository Git. In particolare vedremo come inizializzare un repository per un progetto nuovo oppure già esistente.   Inizializzare u…

15 Creare una copia di un repository remoto in Git con git clone

git clone è il comando da utilizzare per creare una copia, o clone, di un repository già esistente, in particolare disponibile tramite una connessione di rete. La clonazione di un rep…

16 Configurare le opzioni di Git con git config

Il comando git config permette di impostare alcuni valori di default che verranno poi utilizzati dagli altri comandi Git. Tali valori potranno essere globali (cioè validi per tutti i repository…

17 Il comando Git add in Git

Quando si lavora con un version control system come Git, il concetto di “salvare modifiche” ha più sfumature rispetto al salvataggio di un file in un word processor o un editor di f…

18 Il comando Git commit in Git

Il comando git commit fissa nella history del progetto uno snapshot dello stato attuale, ovvero una versione “sicura” o “rilevante” del progetto stesso. Le modifiche incluse ne…

19 Il comando Git diff in Git

git diff è un comando Git multi-uso che permette di visualizzare le differenze tra due data source, che siano essi file, commit, branch oppure altro. In questa sezione vedremo gli utilizzi pi&u…

20 Il comando Git stash in Git

Il comando git stash serve per mettere da parte tutte le attuali modifiche non committate, per recuperarle in un secondo momento. In pratica, serve in tutte quelle occasioni in cui si sono effettuate …

21 .gitignore : i file ignored in Git

Abbiamo visto in precedenza che Git considera i file presenti nella working copy distinguendoli in tracked (file che sono stati committati nel repository o inclusi nella staging area) e untracked (l&r…

22 Il comando Git status in Git

Il comando git status mostra lo stato attuale della working directory e della staging area, permettendo, quindi, di vedere quali file modificati sono stati aggiunti alla staging area, quali file modif…

23 il comando Git log in Git

Il comando git log permette di visualizzare la cronologia dei commit, filtrarla e cercare per specifiche modifiche. Così come git status opera sul working directory e staging area, git log oper…

24 Il comando Git tag in Git

Git permette di aggiungere un tag a uno specifico commit, in modo da poter usare tale tag come riferimento per uno specifico punto nella history del repository. Utilizzo tipico dei tag è quello…

25 Il comando Git blame in Git

A concludere l’elenco dei comandi utili in Git per interrogare lo stato e la storia di un repository troviamo il comando git blame La traduzione letterale del verbo “to blame” &eg…

26 Il comando Git revert in Git

Il comando git revert in Git permette di “rimuovere” dal repository una modifica indesiderata. Poiché, però, Git è pensato per preservare la history di un progetto e l…

27 Il comando Git reset in Git

Similmente al precedente, il comando git reset in Git permette di annullare commit di un repository, ma lo fa in maniera distruttiva. In particolare, git reset può operare sulla history dei com…

28 Il comando Git rm in Git

Il comando git rm in Git  serve per istruire Git a rimuovere un file dal tracciamento; è, in pratica, il comando opposto e complementare a git add. Ovviamente, in virtù del funzi…

29 L’opzione Git commit –amend in Git

Abbiamo detto più volte che lo scopo principale di Git è quello di evitare la perdita in una modifica committata (cioè salvata nella history). D’altro canto Git è anc…

30 Git rebase –interactive in Git

Una doverosa precisazione: l’uso del comando git rebase in Git che vedremo in questa sezione sarà focalizzato solo sulla possibilità offerta di modificare uno o più commit p…

31 Scorciatoie per comandi frequenti in Git

I comandi Git che abbiamo presentato finora costituiscono già un insieme non banale di azioni che è possibile fare lavorando con un repository Git.  In questa sezione, sposteremo…

32 Repository condiviso in Git

Nella sezione introduttiva abbiamo detto che uno dei vantaggi di Git è quello di proporre un modello di collaborazione distribuito. Abbiamo anche già spiegato come “recuperare&rdqu…

33 Il modello Fork & pull

Il modello repository (remoto) condiviso è il modo più semplice per collaborare allo sviluppo di un progetto tramite Git. Esiste un singolo repository remoto usato da tutti i collaborato…

34 Il comando Git remote in Git

Quelle descritte nei capitoli precedenti, ed altre modalità di collaborazione sono possibili grazie ai tracked repository (o remote repository) che è possibile collegare a ogni repositor…

35 I principali repository remote di Git: Github, Gitlab e Bitbucket

Dopo aver esplorato i modelli di collaborazione e di sviluppo condiviso in Git, vediamo quali sono i suoi principali repository online.   GitHub cos’è? Per essere molto chia…

36 Il comando Git fetch in Git

Abbiamo visto come Git permetta a ogni repository di tenere traccia dei repository (remoti) a cui è connesso tramite il comando git remote. La sincronizzazione delle modifiche tra diversi re…

37 Il comando Git push in Git

Il comando git push in Git serve a fare l’upload delle modifiche locali su un repository remoto. In questo modo, i commit locali sono resi disponibili agli altri collaboratori del progetto, che …

38 Il comando Git pull in Git

Abbiamo visto, all’inizio di questa sezione, come recuperare nuovi contenuti da un repository remoto tramite il comando git fetch. Vediamo ora più nel dettaglio come riportare tali modifi…

39 Il comando Git branch in Git

Git memorizza un branch come riferimento a un commit. In questo senso, un branch rappresenta la punta di una serie di commit, non è un contenitore per i commit. La cronologia di un branch viene…

40 Il comando Git checkout in Git

Git non offre funzioni di “undo” simili a quello di programmi consumer, ma offre comunque diversi comandi che permettono di tornare sui propri passi e gestire la sequenza di commit nella h…

41 Il comando Git merge in Git

Il comando git merge in Git serve a combinare più sequenze di commit in una cronologia unificata. Nei casi d’uso più frequenti, git merge viene utilizzato per combinare due branch….

42 Risolvere un merge conflict in Git

Abbiamo accennato, in precedenza, alla possibilità che durante l’esecuzione di un git pull, git merge o git rebase in Git si possano verificare dei conflitti che impediscono a Git di port…

43 Capire meglio il contenuto dei commit durante un conflitto di merge in Git

Durante la risoluzione di un conflitto di merge in Git è particolarmente rilevante capire cosa è successo nelle due diverse versioni e se e come i due diversi contenuti possono essere ri…

44 Workflow Git centralizzato

Git è il sistema di version control più usato al mondo, anche grazie alla sua estrema flessibilità nell’adattarsi al flusso di lavoro di ciascuno e del team. Nel tempo, s…

45 Workflow Git feature branching

Vengono usati i branch per isolare lo sviluppo di una funzione o fix rispetto al branch principale del repository. Solo una volta completato lo sviluppo la feature viene riportata sul branch principal…

46 Workflow Git trunk-based

Il Workflow Git trunk-based è, per certi versi, l’unione dei due precedenti e cerca di unire diverse esigenze e riflessioni legate allo sviluppo software moderno. Il workflow trunk-bas…

47 Approccio “forking” in Git

I workflow visti finora erano accomunati dal fatto di avere comunque un singolo repository remoto di riferimento, che poteva eventualmente usare i branch per isolare gli sviluppi. Nell’approccio…

48 Gitflow in Git

Un'ultima doverosa sezione sul Git workflow noto come “GitFlow”. Come abbiamo detto all’inizio di questa sezione e di questa guida, Git in sé non è prescrittivo …

49 Messaggi di commit in Git

Sebbene nel tempo si siano identificati con “git workflow” una serie di indicazioni relative all’uso di branch e strategie per il merge, non bisogna dimenticare che contribuiscono a …

50 Tagging & Versioning in Git

Sempre considerando che Git in sé non è prescrittivo nell’uso dei tag – sono etichette che puntano a un singolo commit – per una gestione efficiente di un progetto è opportu…

51 L’opzione merge in Git

Dopo aver introdotto i comandi git rebase in Git e git merge in Git e dopo aver introdotto possibili strategie di workflow, vediamo più nel dettaglio come e perché scegliere l’uno …

52 L’opzione rebase in Git

Scegliendo l’opzione rebase in Git per riportare e modifiche di main su feature, l’intero branch feature viene “spostato”, ricreando i singoli commit che ne facevano parte. …

Vuoi entrare nel mondo della programmazione?

Diventa web developer in 3 mesi con il corso Hackademy.

Contattaci senza impegno per informazioni sul corso

Pagamento rateale

Valore della rata: A PARTIRE DA 115 €/mese.

Esempio di finanziamento 

Importo finanziato: € 2440 in 24 rate da € 115 – TAN fisso 9,55% TAEG 12,57% – importo totale del credito € 2841.

Il costo totale del credito comprende: interessi calcolati al TAN indicato, oneri fiscali (imposta di bollo sul contratto 16,00 euro*) addebitati sulla prima rata, costo mensile di gestione pratica € 3,90, spesa di istruttoria € 0,00, spesa per invio rendicontazione periodica cartacea € 0,98 (o spesa per invio rendicontazione periodica cartacea € 0,00), imposta di bollo su rendicontazione periodica € 0,00. Modalità di rimborso obbligatoria: addebito diretto su c/c. La scadenza delle rate è determinata dal giorno della liquidazione del contratto; la data di scadenza delle rate è prevista il giorno 15 del mese. L’importo di ciascuna rata comprende una quota di capitale crescente e interessi decrescente secondo un piano di ammortamento “alla francese”. Offerta valida dal 01/01/2024 al 31/12/2024.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le informazioni precontrattuali richiedere sul punto vendita il documento “Informazioni europee di base sul credito ai consumatori” (SECCI) e copia del testo contrattuale. Salvo approvazione di Sella Personal Credit S.p.A. Aulab S.r.l. opera quale intermediario del credito NON in esclusiva.

*In fase di richiesta del finanziamento verrà proposta la facoltà di selezionare, in alternativa all’imposta di bollo sul contratto di 16,00 euro, l’imposta sostitutiva, pari allo 0,25% dell’importo finanziato.

Pagamento rateale

Valore della rata: A PARTIRE DA 187 €/mese.

Esempio di finanziamento  

Importo finanziato: € 3990 in 24 rate da € 187 – TAN fisso 9,55% TAEG 12,57% – importo totale del credito € 4572.88.

Il costo totale del credito comprende: interessi calcolati al TAN indicato, oneri fiscali (imposta di bollo sul contratto 16,00 euro*) addebitati sulla prima rata, costo mensile di gestione pratica € 3,90, spesa di istruttoria € 0,00, spesa per invio rendicontazione periodica cartacea € 0,98 (o spesa per invio rendicontazione periodica cartacea € 0,00), imposta di bollo su rendicontazione periodica € 0,00. Modalità di rimborso obbligatoria: addebito diretto su c/c. La scadenza delle rate è determinata dal giorno della liquidazione del contratto; la data di scadenza delle rate è prevista il giorno 15 del mese. L’importo di ciascuna rata comprende una quota di capitale crescente e interessi decrescente secondo un piano di ammortamento “alla francese”. Offerta valida dal 01/01/2024 al 31/12/2024.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le informazioni precontrattuali richiedere sul punto vendita il documento “Informazioni europee di base sul credito ai consumatori” (SECCI) e copia del testo contrattuale. Salvo approvazione di Sella Personal Credit S.p.A. Aulab S.r.l. opera quale intermediario del credito NON in esclusiva.

* In fase di richiesta del finanziamento verrà proposta la facoltà di selezionare, in alternativa all’imposta di bollo sul contratto di 16,00 euro, l’imposta sostitutiva, pari allo 0,25% dell’importo finanziato.

Contattaci senza impegno per informazioni sul corso

Scopriamo insieme se i nostri corsi fanno per te. Compila il form e aspetta la chiamata di uno dei nostri consulenti.